Nutrizione

Marmellata, confettura, composta… confusione? Ci penso io a fare chiarezza!👩🏽‍⚕

Come si può intuire dal mio viso, spesso c’è molta confusione a riguardo😰
La marmellata e la confettura sono prodotti lavorati e conservati a base di frutta, zucchero e additivi.

🍋La marmellata si ottiene dalla polpa, purea, succo, estratti acquosi e scorza di AGRUMI, con una quantità di frutta ≥20% di cui una porzione ≥7,5% deve provenire dall’endocarpo

🍓La confettura si ottiene, invece, dalla polpa concentrata o purea di uno o più frutti.
Deve contenere almeno il 35% di polpa di frutta, mentre in quelle “extra” il minimo legale di polpa (non concentrata) aumenta al 45%.

🍭In entrambi i casi c’è però un elevato tenore di zucchero (> 60% sul prodotto finito), utilizzato sia per la gelificazione sia per la conservazione, che le rende più caloriche e con un Indice Glicemico più elevato.

👩🏽‍⚕Il mio consiglio? UTILIZZARE LA COMPOSTA DI FRUTTA🏆
Sono preparati a base di frutta (presente in quantità maggiori rispetto a marmellate e confetture) a cui possono essere aggiunte pectine e/o succo (di mela/uva) sostituto “naturale” al comune zucchero, e contenente fruttosio principalmente, saccarosio e glucosio: è comunque zucchero ed ha sempre lo stesso potere calorico⚠️

👍🏼Quindi sì alla composta di frutta, ma leggendo le etichette e scegliendo quelle realizzate con tanta frutta (indicata come unico ingrediente) e senza l’aggiunta di succhi‼️

👩🏽‍⚕️Nutrizionalmente, apportano principalmente zuccheri semplici e fibra, quindi 1 cucchiaio (10g) su pane o fette biscottate è sufficiente.
Va anche tenuto in considerazione che, per evitare contaminazione di botulino, muffe e batteri, sono sottoposte a trattamenti termici, il che fa perdere vitamine ed in parte anche i sali minerali.
Quindi come sempre: consuma CON MODERAZIONE😊

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *