Ricette

Merluzzo in oliocottura con broccoli e pomodorini

La ricetta di questa Domenica è stata realizzata in collaborazione con lo Chef Salvatore Milano del ristorante “Trattoria Da Gemma” di Amalfi.

Ingredienti:

  • Filetto di merluzzo 170g
  • Olio d’oliva q.b.
  • Pomodorini 100 g
  • Broccoli 150 g
  • Olio Extra Vergine d’Oliva (EVO) 10 g

Preparazione

  • Riscaldare l’olio fino ad una temperatura di 80°C. Per chi non avesse la sonda per misurare la temperatura, l’olio non deve risultare troppo caldo (deve essere possibile toccarlo con il dito senza scottarsi);
  • Mettere il filetto di merluzzo nell’olio caldo e controllare che la temperatura non si alzi;
  • Quando il filetto inizia a “sudare”, cioè quando inizia a tirar fuori delle goccioline, allora il calore è arrivato all’interno ed il pesce è pronto;
  • Sbollentare i broccoli per 5 minuti in poca acqua, fatta bollire in precedenza;
  • Tagliare i pomodorini a dadini ;
  • Assemblare il piatto come in foto od a proprio piacimento, e condire il tutto con 10 g (un cucchiaio) di olio EVO.

Benefici

Così facendo otteniamo un piatto da sole 280 kcal della ricetta.

Il merluzzo è un pesce di acqua salata ricchissimo di proteine, amminoacidi ad alto potere biologico, sali minerali (come potassio, fosforo, magnesio, ferro, selenio, zinco e tracce di calcio) ed alcune vitamine del gruppo B.

L’oliocottura è una tecnica che prevede l’immersione dell’alimento in olio leggermente caldo (tra i 40 e gli 80°C): l’olio crea una patina intorno al merluzzo, e ciò evita il suo ingresso nello stesso (il merluzzo non frigge). Inoltre, non c’è alcun contatto con l’ossigeno, scongiurando il rischio di perdita dei sali minerali e delle vitamine, mantenendone al contempo peso e profumi e migliorandone le caratteristiche organolettiche al pari di una cottura sottovuoto.

I broccoli hanno un ottimo quantitativo di fibre, sali minerali (quali potassio, ferro, calcio e fosforo e pochissimo sodio) e vitamine (soprattutto la vitamina C, la A e tracce delle vitamine del gruppo B). Durante il loro taglio e nel nostro tratto gastro-intestinale si attiva un enzima (la mirosinasi) che è in grado di liberare il sulforafano, un potentissimo antiossidante anti-infiammatorio ed antibatterico naturale.

I pomodorini hanno pochi sali minerali, ma sono ricchi di vitamine (A e C) e caroteinoidi, in particolare il licopene che è un potentissimo precursore della vitamina A, famoso per la sua azione antiossidante.

L’olio EVO è l’alimento italiano per eccellenza, di cui andare fieri. Contiene circa il 98-99% di grassi, principalmente insaturi ed, insieme alle mandorle, grazie all’acido oleico contribuisce al mantenimento dei normali livelli di colesterolo nel sangue. Inoltre contiene fitosteroli e vitamine (soprattutto A ed E, quest’ultima ottima per le proprietà antiossidanti), ed è un potentissimo alleato per la prevenzione e trattamento di patologie coronariche, ipertensione, diabete di tipo 2 nonché disordini immunitari ed infiammatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *