Nutrizione

Semi di chia: il novel food d’eccellenza

I semi di chia sono un novel food ormai ampiamente diffuso e presente sulle nostre tavole.
L’interesse per questi semi è particolarmente dovuto al loro alto valore nutritivo: infatti, hanno un alto contenuto di fibre (30-40 g, di cui la maggior parte è fibra insolubile), proteine ​​ed amminoacidi e grassi buoni (della serie omega-3): inoltre, sono fonte di minerali (minerali, fosforo, calcio, potassio e magnesio), vitamine (B ed E) e composti bioattivi ad alta attività antiossidante (polifenoli).
Data la loro composizione, gli viene attribuita un’azione equilibrante per l’organismo: grazie alla presenza di fibra insolubile, infatti, sono in grado assorbire acqua a livello del colon, formando un gel che è in grado sia di interferire con l’assorbimento di nutrienti migliorando il sistema cardiocircolatorio (aiutano a contenere i livelli di glucosio, colesterolo e trigliceridi nel sangue), sia di ridurre la stitichezza e migliorare la salute del colon, sia di aumentare il senso di sazietà.
La presenza di minerali permette, inoltre, di avere effetti sulla regolazione della pressione arteriosa.
Gli omega-3 che contiene hanno un ruolo fondamentale come agenti anti-infiammatori, neuroprotettivi, immunostimolanti e antitrombotici: in aggiunta, i tocoferoli ed i polifenoli sono in grado di aumentare le difese antiossidanti.
Infine, sono privi di glutine e possono essere consumati anche dai celiaci.
Una manciata di semi di chia al giorno nello yogurt, sulle verdure ecc. (circa 30 g, che corrispondono a 3 cucchiai), associata ad una dieta varia ed equilibrata nonché ad uno stile di vita sano può sicuramente migliorare la salute ed effettuare una prevenzione dei rischi di incorrere in determinate patologie.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *